We are Cannibals We are La Iena

We are Paranoyd We are El Bastardo

Autori

Schermata 2019-10-27 alle 21.31.14

Dave McKean

Dave McKean durante la sua carriera ha illustrato e disegnato diversi libri e graphic novel innovativi, tra cui The magic of Reality (Richard Dawkins), The Homecoming (Ray Bradbury), The Savage (David Almond), What’s Welsh for Zen (John Cale), Arkham Asylum (Grant Morrison) e Mr. Punch, Wolves in the Walls, Coraline e The Graveyard Book (Neil Gaiman).
Ha scritto e illustrato Picture That Tick, Celluloid e il pluripremiato Cages. Ha disegnato centinaia di copertine per CD e fumetti, tra cui le copertine dell’intera run di Sandman di Neil Gaiman. Ha diretto cinque corti e tre lungometraggi: MirrorMask, Luna e The Gospel of Us, con Michael Sheen.

Edizioni Inkiostro oltre a Pubblicare BLACK DOG ha in catalogo il prestigioso Artbook APOPHENIA dove McKean dà forma a visioni di estrema bellezza e forza astistica.

bill_sienkiewicz_headshot-e1542038847737

Bill Sienkiewicz

Nato a Blakely in Pennsylvania, ha perfezionato i suoi studi presso la Scuola di Arte e Disegno Industriale di Newark nel New Jersey.

Sienkiewicz spesso include nelle sue tavole delle tecniche poco utilizzate nei fumetti, quali la pittura a olio, l’uso dell’aerografo e il collage: secondo alcuni critici, il suo lavoro sembrerebbe fortemente influenzato dall’esperienza dell’espressionismo e dall’astrattismo. [senza fonte]

Oltre ad essere abile nella realizzazione delle storie, Sienkiewicz è un copertinista di talento: il suo modo di intendere le copertine non più solo come tavola introduttiva e riassuntiva del contenuto dell’albo a fumetti, ma come vera e propria opera d’arte a sé stante, ha avuto un’influenza determinante per una lunga schiera di disegnatori che, in tempi recenti, ne hanno seguito il percorso: basti ricordare Dave McKean su tutti, ma anche Alex Ross per il suo particolare stile “pittorico”, o Christopher Moeller per le copertine di Shadow of the Bat, o l’abile Ashley Wood, che ne riprende anche lo stile oscuro nelle serie Ghost Rider 2099 e Hellspawn.

Ha anche lavorato per la televisione, vincendo due Emmy Award per la serie animata Dov’è finita Carmen Sandiego? e per il film Gli spietati.

Per Edizioni Inkiostro realizza copertine ed una short per la testata THE CANNIBAL FAMILY su testi di Roberto Recchioni dal tittolo “Per amore dell’arte”.

unnamed

John Bolton

John Bolton, vive e risiede a Londra ed è uno dei maggiori artisti internazionali del fantasy. Diplomato in Art Design ha collaborato con i più grandi editori e grandi riviste inglesi e americane. Nel corso della sua carriera ha ricevuto diversi premi e lavorato con prestigiosi cineasti come Sam Raimi e Robert Zemeckis. Artista dotato di uno spiccato talento e incredibile immaginazione riesce a dare realismo e matericità ad ogni sua visione. Grazie alla maestria nell’utilizzo del colore, riesce a combinare ombre inconsuete creando atmosfere mistiche e surreali estremamente personali. L’interesse di John verso l’elegante bizzarro assume un realismo e misticità che sorprende e incanta lo spettatore. Innumerevoli le mostre dedicate alla sua arte, realizzate in tutto il mondo, tra Europa e Usa. Il grande Hans Ruedi Giger, definì John Bolton l’unico suo degno erede, capace di interpretare in maniera esemplare le scenografie e gli animatronics di Alien.

glenn

Glenn Fabry

La carriera di Glenn Fabry inizia nel 1985, disegnando il personaggio di Slaine per la famosa rivista a fumetti britannica “2000 AD”, insieme allo scrittore Pat Mills. Collabora con Mills anche sulla striscia quotidiana “Scatha” nel 1987 e contribuisce ai magazine “Crisis”, “Revolver” e “Deadline”. Nel 1991 inizia a realizzare le copertine di “Hellblazer”, celebre serie scritta da Garth Ennis.

Ancora in team con Ennis, dipinge le copertine per “Preacher” (Vertigo) e disegna “The Authority” e “Thor”. Nel 2003, realizza una storia per l’antologia di “Sandman” di Neil Gaiman “Endless Nights” e, nel 2005, lavora all’adattamento a fumetti della serie tv/romanzo, sempre di Gaiman, “Neverwhere”, insieme allo scrittore Mike Carey.

I suoi progetti più recenti includono il titolo Vertigo “Greatest Hits” dello scrittore David Tischman.

Edizioni Inckiostro ha pubblicato con Fabry il suo Artbook realzzato in 3 versioni: White, variant e normal.

rrKQ1A7492-copia_800

Roberto Recchioni

Sceneggiatore e disegnatore, ha esordito sulla serie Dark Side per la BDB presse. In seguito ha collaborato[1] con StarShop (creatore, sceneggiatore e disegnatore di Dark Side – Battaglia, miniserie di due numeri), Comic Art (co-creatore e disegnatore di Pugno, miniserie di tre numeri), Rizzoli (in ambito pubblicitario), Magic Press (redattore), Astorina (sceneggiatore di vari numeri di Diabolik), Eura Editoriale (creatore e sceneggiatore di varie serie), Bonelli (sceneggiatore e curatore di Dylan Dog e Orfani, sceneggiatore di due numeri di Le storie e Monolith), Disney, Panini, e per l’americana Heavy Metal; è inoltre tra i fondatori della casa editrice indipendente Factory,[2] ormai sciolta. Con Lorenzo Bartoli ha creato John Doe e Detective Dante.[3]

Nelle attività extra-fumettistiche annovera la collaborazione con le riviste X-Files, CineAttack!, Fiction, Pc Zeta e Game Pro, per la quale ha tenuto la rubrica Anatomie Comparate. È stato articolista delle riviste Resident Evil Magazine, Cliffhanger e Wildstorm per la Magic Press e ha collaborato ad un saggio sulle arti marziali edito dalla ADN Kronos. Ha esordito come scrittore con l’antologia letteraria Bugs.

Nel 2009 ha scritto la sceneggiatura dei fumetti basati sulle storie delle Cronache del Mondo Emerso, saga fantasy scritta da Licia Troisi, mentre nel 2012 scrive l’albo n°2 della nuova serie Bonelli Le storie, dal titolo La redenzione del samurai, uscito nel novembre 2012 e della stessa serie il quindicesimo e ultimo numero uscito nel dicembre del 2013 e intitolato I fiori del massacro.[4][5]

Sempre nel 2012 ha pubblicato per la Nicola Pesce Editore due volumi: ASSO come autore completo e Ammazzatine, disegnato da Stefano Landini.

Per la promozione del volume Asso ha realizzato un live action trailer in cui interpreta il protagonista, Asso, in compagnia di Laura Gigante e Taiyo Yamanouchi per la regia di Giovanni Bufalini.

Nel 2013 è tra gli ideatori di Long Wei per l’Editoriale Aurea.[6]

Il 20 maggio 2013, il direttore editoriale della Sergio Bonelli Editore, Mauro Marcheselli, ha annunciato che Recchioni sarà il nuovo curatore di Dylan Dog.[7][8]

Insieme al disegnatore Emiliano Mammucari ha ideato il soggetto e le sceneggiature di Orfani, prima serie interamente a colori in casa Bonelli, la cui pubblicazione è iniziata il 16 ottobre 2013[9].

Per Edizioni Inkiostro ha scritto una short per la testata THE CANNIBAL FAMILY illustrata da Bill Sienkiewicz dal titolo “Nel nome dell’arte”

ross

Rossano Piccioni

E’ grafico pubblicitario, illustratore e cartoonist. Ha creato la Scuola del fumetto Adriatica, con sedi in Ancona, Teramo, Fermo, San Benedetto, Martinsicuro. Da vita alle edizioni Inkiostro ed alla rivista Denti, che da spazio ai giovani talenti del fumetto italiano. Ha collaborato con le case editrici: Tunuè, Star Comics, Arcadia, Cut Up (IT) Lelombard (BE). E’ attualmente al lavoro al suo nuovo libro, edito dalle edizioni Codice, dal titolo Cosmicomic.

39118985_10215128602680173_5645372633827508224_n

Valeria Burzo

Valeria Burzo (Napoli ,6 dicembre 1986) è una fumettista e illustratrice italiana.
Nel 2013 consegue la laurea biennale in Progettazione e Arti Applicate, sezione Scenografia Cinema e TV all’Accademia di Belle Arti di Napoli.
Frequenta la Scuola Italiana di Comix di Napoli e nel 2014 si diploma a pieni voti. Partecipa a diverse edizioni del Cover Reloaded, tra cui quelle di Dylan Dog ( secondo posto), Nathan Never (primo posto) e Julia (terzo posto).
Collabora con La Repubblica di Napoli con diverse mini storie a fumetti. Nel 2016 partecipa al lavoro Libro Miccoli e collabora gli sceneggiatori Daniela Cendamo, Luca Parisini e la bravissima colorista Chiara Imparato all’albo a fumetti Freak, edito da Novel comics.
Collabora con Luca Raimondo sulle matite de Il Cabalista di Praga, edito dalla Glenat, e su Dampyr.
Nel 2017 lavora sul volume a fumetti de L’Ultimo Scugnizzo, edito da Marotta&Cafiero Editore.
Nel 2018 lavora al volume a fumetti de Le Indagini di Tom Bacardi, edito da Edizioni Inkiostro.

51112676_782707008770690_7167942311240794112_o

Stefano Manieri

Stefano Manieri esordisce nel mondo del fumetto pubblicando una breve storia su X Comics 122, edito da Coniglio Editore. Successivamente collabora con diverse testate videoludiche, diventando Art Director di Stay Nerd. Nel 2016 viene arruolato da Edizioni Inkiostro, per cui disegna il terzo e quarto numero della serie Blood Brothers. L’anno successivo approda in Editoriale Cosmo dove si occupa dei disegni del quarto volume della prima serie dedicata a Caput Mundi. A partire dal 2017 collabora con l’autore Giorgio Catania, realizzando le illustrazioni e la copertina del techno thriller fantasy IntermundiaGenesis. Nel 2018 avvia una collaborazione con il National Geographic Kids in qualità di Cover Artist e disegnatore dal quarto numero della serie Colony 36 e nello stesso anno entra a far parte della Bugs Comics diventando uno dei disegnatori di Samuel Stern.

1601457_1508869326001827_7728191767533528757_n

Riccardo Randazzo

Riccardo Randazzo, fumettista, classe ’88. Diplomato alla Scuola del Fumetto di Milano, ha realizzato diversi storyboard pubblicitari perla tv e in seguito disegnato per Agenzia Incantesimi di Federico Memola. Nell’estate del 2016 vince il concorso 24H Comics Contest di Castiglione dei Pepoli aggiudicandosi il premio “migliori disegni”. Nel 2018 realizza i disegni del primo numero di Baionetta edito da Edizioni Inkiostro. Nel 2019 è impegnato sul numero 2 di Baionetta e su altri progetti che vedranno luce nel 2020.

Paolo_Massagli_-_Lucca_Comics_and_GamesJPG

Paolo Massagli

Disegnatore e autore di fumetti al limite dell’underground, ha esordito nei primi anni 90 partecipando a diverse iniziative di quegli anni.
Dopo una lunga pausa di riflessione, torna sul web pubblicando “Le Minifiabe” e “Alice Nel Paese Degli Orrori”.
A partire dal 2010 si autoproduce “O.Z”, versione molto personale de “Il Mago di Oz” arrivata a tre volumi più un quarto e ultimo rimasto inedito.
Con lo sceneggiatore Gianfranco Staltari ha collaborato disegnando la breve storia “Un giorno dopo l’altro”, per l’antologia “Schegge” e la graphic novel “Neromantico”.
Ha inoltre collaborato alla rivista “Zombie Paradise”.
Ha pubblicato per la rivista internazionale U.D.W.F.G., edita dalla Hollow Press, la storia Hell e sempre per lo stesso editore ha dato alle stampe il monografico Toxic Psycho Killer, Four e il minifumetto Chain.
Per l’Edizioni Inkiostro ha ideato e disegnato lo speciale Rimini Comix 2017 di The Cannibal Family dal titolo Il Cacciatore.
Con l’editore LaPiccolaVolante ha rieditato OZ in un unico volume.
Per il collettivo e rivista Interiors ha ideato due brevi storie e una cover.
A Lucca Comics 2019 ha pubblicato il suo ultimo fumetto per la Hollow Press dal titolo “come un insetto”

Schermata 2019-10-07 alle 22.55.49

Paolo Di Orazio

Paolo Di Orazio (Roma, 1966) pubblica fumetti, racconti e romanzi horror dal 1987 per Acme, Granata Press, Castelvecchi, Urania, Radio Rai, Rizzoli, Bonelli, Cut-Up Publishing, Nicola Pesce Editore, Coniglio editore, Independent Legions Publishing, «Heavy Metal», «Cattivik». Nume tutelare della storica «Splatter», pubblica anche in inglese ed è nel Best World Horror of the Year (ellendatlow.com, 2014) e nella Year’s Best Hardcore Horror della statunitense Comet Press (2017).

60340825_2204194469673381_2838447408076029952_n

Paola Barbato

Classe 1971, milanese di nascita, bresciana d’adozione, prestata a Verona dove vive con il compagno, tre figlie e tre cani. Scrittrice e sceneggiatrice di fumetti, l’esordio è nel 1999 sulla serie “Dylan Dog” della Sergio Bonelli Editore. Ha pubblicato tre romanzi thriller per la Rizzoli, “Bilico” (2006), “Mani nude” (2008, vincitore del Premio Scerbanenco), “Il filo rosso” (2010). Nel 2008 è uscito, sempre per la Sergio Bonelli Editore, nella collana Romanzi a fumetti Bonelli, “Sighma”, disegnato da Stefano Casini e nel 2012 “Darwin” su soggetto di Luigi Piccatto.
Ha scritto il soggetto e co-sceneggiato per la Filmmaster la fiction “Nel nome del male” con Fabrizio Bentivoglio per la regia di Alex Infascelli, trasmessa da Sky nel 2009. A novembre 2011 è stato messo online il suo webcomic “DAVVERO”, poi pubblicato dalla Star Comics nella versione cartacea fino al n°4 (gli ultimi due numeri dalle Edizioni Arcadia). Dal 2012 collabora anche alla collana “Le Storie” sempre per la Sergio Bonelli Editore. Nel 2015 è uscito l’e-book di “Intermittenze”, la raccolta di racconti inedita grazie alla quale è entrata nello staff di Dylan Dog. Nel 2016 ha firmato con Corrado Roi la miniserie “Ut” per la Sergio Bonelli Editore e con Roberto Recchioni la miniserie “Juric”. Nel mese di settembre ha pubblicato su Wattpad il romanzo “Non ti faccio niente” che è stato poi pubblicato da Piemme nel mese di giugno 2017, mentre in Francia usciva per Denoël il romanzo inedito “Bon à tuer”. Nel 2018, sempre per Piemme è uscito il suo sesto romanzo, primo di una trilogia, “Io so chi sei”.

60743669_2404765963132763_3373859521549041664_n

Nicolò Palmisciano

: sono nato nel 1979 (il 24 dicembre, per l’esattezza; battendo di qualche ora l’altro figlio di Dio
, vivo a roma da quasi tutta la vita, mi sono diplomato all’accademia di belle arti di via di ripetta di roma, mi dedico al disegno da quando ho memoria. Di seguito la mia “foto” che foto non è, non amando (come si intuirà anche dalla mia pagina FB) mandare in giro il mio faccione. Sono, potrei dire, l’ultimo dei riservati. Se c’è altro che ti può far comodo inserire nella mia BIO, fammi sapere.

Il numero 1 di baionetta è stata la mia prima collaborazione con ed. Ink fino ad ora ho svolto soprattutto committenze private, dedicandomi soprattutto all’illustrazione e alla pittura

Bertolini 5

Max Bertolini

Massimiliano Bertolini, nome d’arte Max Bertolini (Milano, 6 giugno 1967), è un fumettista italiano.
Pubblica i suoi primi lavori nel settore del fumetto sulla fanzine Quarterly, ma l’esordio a livello professionale avviene sulle pagine di Fumo di China.
Nel 1994 viene arruolato dalla Sergio Bonelli Editore che lo inserisce nel cast di disegnatori di Nathan Never.
Dal 2001 è uno dei copertinisti della Eura Editoriale, mentre dal 1997 insegna anche Fumetto e Illustrazione all’Accademia dello Spettacolo di Milano. E’ copertinista anche per la Arnoldo Mondadori Editore, Lucretia Records ed Editrice Nord.
I suoi lavori sono stati pubblicati in tutto il mondo: Francia, Germania, Stati Uniti, Inghilterra, Spagna, Russia, Cina e Cecoslovacchia, per case editrici come Random House Germany, AST Publisher, Paper Tiger, Games Workshop, MG Publishing e riviste come Fantasy & Science Fiction, Heavy Metal, Chinese Fantasy Magazine.
Tra le varie altre collaborazioni, ha lavorato alla realizzazione di loghi per Mediaset, alla campagna pubblicitaria del corso di lingue multimediale De Agostini e alla creazione delle illustrazioni per il sito Asics (Onitsuka Tiger). Il marchio d’abbigliamento Diesel nel 2004 gli affida la realizzazione di 8 illustrazioni per lanciare la linea d’abbigliamento 2005. Nel 2005 esce anche REVELATIONS: the Art of Max Bertolini, per la Paper Tiger. Max è il primo artista italiano a entrare nel loro catalogo. Contemporaneamente in Germania e paesi di lingua tedesca esce The Art of Max Bertolini, stampato dalla MG Publishing.
Dal 2007 sempre per la Sergio Bonelli Editore è copertinista della serie semestrale di Universo Alfa, il cui primo numero è uscito nel novembre 2007. Dal 2009 è anche copertinista della serie bimestrale “Nathan Never Grande Ristampa”.
Nel 2012 Max realizza tutte le illustrazioni per “Fantasy Vengeance”, un gioco MMORPG realizzato da MSquaredApplications per cellulari e tablet Android, scaricabile da Google Play.
I suoi ultimi lavori sono per la Dark Horse (The Witcher), Morgan Lost e Zagor.
Dal 2018 collabora con Edizioni Inkiostro per la fortunata serie Hangar 66.

60357717_449697985842540_5272545016990924800_n

Marta Carotenuto

Marta Carotenuto è nata nel 1982 in un piccolo paese della provincia novarese. Nel 2002 si trasferisce a Torino, dove tuttora vive e lavora. Dal 2003 lavora nell’ambito editoriale ricoprendo vari ruoli: articolista, redattrice, curatrice. Collabora con diverse realtà editoriali e agenzie letterarie. Appassionata di fumetti sin dall’infanzia, esordisce nel 2016 come co-sceneggiatrice sul numero 4 della serie di Andrea Cavaletto, Paranoid Boyd, edita da Inkiostro Edizioni.

20190127_153921 - Copia

Maria Riccio

Maria “Nigna” Riccio
Nata nel 1993 ad Ischia, dopo aver conseguito il diploma scientifico, parte e si stabilisce a Roma per frequentare il corso di fumetto triennale alla “Scuola Internazionale di Comics”, entrando finalmente a contatto diretto con i vari generi di fumetto. Poco dopo la fine del percorso di studi, grazie al connubio con Tommaso Bennato, nel 2015 partecipa e ottiene il terzo posto nel concorso indetto da LINE Webtoon e POW!Enterteinment di Stan Lee per la realizzazione di un webcomic con un nuovo supereroe. “Inarime” diventa così una delle serie targate Webtoon e va avanti per circa due anni, concludendo la “prima serie”, attendendo la seconda. Nel 2017 esordisce nella BD francese con la casa editrice “Petit à Petit” ed il tomo 3 della serie “Rouen”. Con la stessa casa editrice pubblicherà anche “Nice tomo 1” (2018), “Rouen tomo 4” (2018) e “Lille tomo 1” (2018). Tutt’ora collabora ancora con “Petit à Petit” e presto saranno pubblicati altri tomi. Per il mercato italiano, ha contribuito con alcune pagine al numero 9 della serie “La Iena” della casa editrice Edizioni Inkiostro, pubblicata nel febbraio 2019.

7c47cc_775b2a643544417b887fc918255181a2

Marco Turini

Ha lavorato per case editrici come Marvel Comics, DC Comics, IDW, Top Cow, Heavy Metal Magazine, Avatar Press, Star Comics e via dicendo.
Ha collaborato anche con Movie Productions and Games Industries, Union Vfx, AlkemiX; ha lavorato anche come copertinista ufficiale per Assassin’s Creed, Deus Ex e Dark Souls.

Ha vinto il premio Pulp Factory Award nel 2016 come miglior copertinista.

Per Edizioni Inkiostro collabora dal 2016 facendo la copertina di “One Shock 2 – Thanks for the Zombies” e la mini-storia all’interno di “The Cannibal Family: Prigioniere. Book Faraci – Turini”.

Costarelli

Luciano Costarelli

Ha esordito a 18 anni sulla fanzine “Collezionare” disegnando storie di fantascienza scritte da Francesco Manetti e una storia di Battista il Collezionista di Moreno Burattini. Professionalmente esordisce come colorista per il Corriere dei Piccoli, poi entra nello Studio 3ntini come illustratore e fumettista. Dopo aver scritto e illustrato fumetti per vari piccoli editori (Masters, Center TV, Edizioni Eden, Fenix, Forte Editore), per molti anni si occupa di pubblicità, grafica, illustrazione e licensing, ma nel 2015, ritorna a disegnare fumetti su Dime Web con una webserie di storie brevi di SF, ”Mondi Paralleli”, diventata poi un’autoproduzione. Subito dopo disegna fumetti di fantascienza per Cagliostro e-press, “The Fucking Frog Man” per Bookmaker Comics e inizia la collaborazione con Bugs Comics su “Alieni” e con un progetto Luiss. Dal 2017 collabora con Cronaca di Topolinia sulle testate “Lunar Lex”, “Cronache dal Ghiaccio”, “Lucky Town” e “Than Dai” e avvia la nuova serie “Planet Dead”, di cui è anche creatore grafico. Dal 2018 collabora con Edizioni Inkiostro su “La Iena”, “Le indagini di Tom Bacardi” e “Blood Brothers”.

60511340_2334511400157365_7967295472316448768_n

Luca Blengino

Luca Blengino, classe 1978. Dal 2000 scrive fumetti professionalmente, dal 2009 romanzi per ragazzi.
Ha pubblicato per le fransci Delcourt, Soleil, Glénat e Dargaud, per l’americana Image, per la
spagnola Mamuth, per le italiane Star Comics, Bugs e Edizioni Inkiostro, per la quale, dal 2016, è
curatore.

Palloni_foto

Lorenzo Palloni

LORENZO PALLONI, fumettista, è nato ad Arezzo nel 1987.
È uno dei fondatori dell’Associazione Culturale MAMMAIUTO ed è autore di MOONED (Shockdom 2017); SCARY ALLAN CROW insieme a Dj Aladyn (Edizioni Inkiostro, 2017); L’ÎLE (Editions Sarbacane, 2016); LA LOUVE (Editions Sarbacane, 2017); INSTANTLY ELSEWHERE con Martoz e TIMED: 365 con Paolo Castaldi (Shockdom, 2018); EMMA WRONG con Laura Guglielmo (Editions Akileos, 2019); THE CORNER con Andrea Settimo (Rizzoli Lizard, 2016); UN LUNGO CAMMINO con Samuel Daveti e Francesco Rossi (Shockdom, 2016); e delle raccolte di storie brevi FALENE e TEMPO DA LUPI (Mammaiuto, 2018);
Nel 2016 stato ospite della “Maison Des Auteurs” di Angoulême e ha vinto il Premio Boscarato come “Miglior Sceneggiatore Italiano” per THE CORNER.
Al momento è al lavoro su nuovi libri di prossima uscita in Francia e in Italia, ed è docente di fumetto e sceneggiatura presso le sedi di Reggio Emilia e Firenze della “Scuola Internazionale di Comics”.

17884290_10212996258165364_1276789986062293728_n

Jacopo Masini

Jacopo Masini è nato a Parma nel 1974. Dopo averla frequentata fino al 2003, ha collaborato per alcuni anni con la Scuola Holden di Torino e con Holden Art, come docente di scrittura, organizzatore di eventi culturali al Museo di Scienze Naturali e al Museo della Resistenza di Torino. Ha scritto audioguide, testi e cataloghi di mostre, spettacoli teatrali ed è autore di Polpette, La bambina più bella della scuola, Ziofà e L’amore prima della fine del mondo (tutti pubblicati da Epika Edizioni), Lo strano caso di Bone (Loescher), Dei luoghi comuni (Feltrinelli) e dei fumetti Ed Gein – La madre di tutti i serial killer e Cannibal 1033, pubblicati da Edizioni Inkiostro. Tiene corsi di scrittura da 15 anni ed è responsabile della comunicazione di saldaPress.

60403657_2243152639332629_5190237487796060160_n

Giuseppe Palumbo

Giuseppe Palumbo (Matera, 1964) ha cominciato a pubblicare fumetti nel 1986 per riviste come Frigidaire e Cyborg, sulle cui pagine crea il suo personaggio più noto, Ramarro, il primo supereroe masochista.
Dopo aver fatto parte, dal 1992, dello staff di Martin Mystére della Sergio Bonelli Editore, dal 2000 è uno dei disegnatori di punta di Diabolik, edito da Astorina.
“Tomka, il gitano di Guernica” (2007), su testi di Massimo Carlotto, e “Un sogno turco” (2008), su testi di Giancarlo De Cataldo, sono editi da Rizzoli.
La Comma 22 di Bologna, dedica a Palumbo una collana di volumi.
Per le storiche Edizioni della Cometa di Roma, nel 2012, ha scritto e disegnato “Sei tocchi di lame – Vita, morte e miracoli di Sant’Andrea Avellino”.
Per Lavieri, nel 2013, “Uno si distrae al bivio – La crudele scalmana di Rocco Scotellaro” e ha illustrato “Prendere una lepre” di Biagio Bagini; nel 2014, con Giulio Giordano ai disegni, pubblica “I cruschi di Manzù”. Nel 2017, apre la collana Action30 Graphic Essays – Lavieri con il volume “Bazar elettrico – Bataille, Warburg & Benjamin at work”.
A cavallo tra 2016 e 2017, pubblica in Francia due libri: “Escobar – El Patron”, su testi di Guido Piccoli, con Dargaud, e “Tomka – Le gitan de Guernica”, su testi di Massimo Carlotto, con Rackham.
Chiude il 2017, con la pubblicazione del volume “Ramarro- Guerre fredde”, edizioni Comicon, con l’edizione italiana di “Escobar” e la ristampa di “Diabolik – Il re del terrore – Il remake” per Mondadori Oscar INK e con la ristampa di “Miracoli”, su testi di Massimo Semerano, per Edizioni Inkiostro.
Per Comics&Science, CNR edizioni, scrive e disegna “Archimede infinito 2.0” , sul palinsesto del codice C archimedeo.
Ha vinto numerosi premi in Italia.
Sue opere sono apparse in francese, giapponese, greco, spagnolo, danese, tamil, bielorusso, turco.

foto bio

Giuseppe Latanza

“Fumettista, illustratore ed insegnante presso Grafite-Scuola di Grafica e Fumetto nelle sua sedi di Taranto e Bari, nato a Grottaglie (TA) nel 1987. Dal 2009 pubblica con diverse case editrici tra cui Editoriale Aurea (varie storie brevi), Cronaca di Topolina (Cronache dal Ghiaccio), Edizioni Inkiostro (El Bastardo), Delta Editrice e più recentemente con Cairo Editore (Di Più). Attualmente si divide tra il lavoro di docente, disegnatore ed autore completo.”

IMG_0401

Giuseppe Guida

Nato a Foggia, classe ‘74. Nel 2002 consegue il diploma presso l’Accademia delle Belle Arti di Foggia come Scenografo.
Nel 2011 riceve il Premio della Critica Romics. Nel 2013 vince il 1° Contest dedicato a Boris Junior votato via web. Per Primiceri Editore pubblica Arno Kowalsky 4.8 con Alessandro Di Virgilio. Vincitore nella 10° Edizione del Fullcomics Milano con Arno Kowalsky 4.8, si aggiudica il premio come miglior Fumetto Seriale Votato via web (Gran Premio Autori ed Editori).
Nel 2013 crea Le SuperMaestre, Supereroine che porta in giro nelle scuole come Progetto Didattico ed Educativo.
Disegna Agenzia Incantesimi sulla sceneggiatura di F. Memola. Collabora al Progetto Scampia Storytelling disegnando un graphic novel. Diventa Direttore Artistico (Sez. Fumetto) dell’evento Festival del Fumetto – Festival Del Nerd – Giornata Comics & Games a Foggia.
Nel 2015 apre La Scuola di Fumetto Inkiostro Sede di Foggia, dove insegna, e in seguito diventa autore per Edizioni Inkiostro.

Dal 2015 diventa Direttore Artistico del Festival Del Nerd Comics&Games di Foggia.

Nel 2015 pubblica per la Notes Edizioni il suo primo graphic novel “Scampia Storytelling” sui testi di R. Tiziana Bruno e Poesie di R. Piumini
Nel 2017 pubblica per la Round Robin Editrice il graphic novel “Michelangelo: La Parete Perfetta”, testi di G. Cesaro e copertina di C. Villa.

Nel 2018 pubblica suo terzo graphic novel di genere Horror per Edizioni Inkiostro dal titolo ZILF con la sceneggiatura di G. Marzano.

Nel 2019 entra nella Lisciani Giochi, come illustratore per Lisciani Scuola e come Editor per Lisciani Libri per la Collana i Girasoli Grandi Biografie Illustrate.

Giuseppe Candita

Nasce a Cittiglio in provincia di Varese il 16 aprile 1978. Sin da piccolo sogna di diventare un disegnatore di fumetti e all’età di 28 anni esordisce con la sua prima storia per Edizioni Star Comics sulla serie Lazarus Ledd.
Nello stesso anno, illustra una storia horror per la Narwain (USA) pubblicata su Brian Yuzna’s Horrorama. Successivamente prosegue la collaborazione con Edizioni Star Comics  sulle collane Jonathan Steele, Nemrod, Factor V e San Michele, oltre a divenire copertinista di Legion 75.
Dal 2010 al 2014 lavora nel mercato Franco – Belga , per Zephyr Editions (ora Dupuis), disegnando la serie Korea.
Nel 2013 esordisce per la Sergio Bonelli Editore sull’Almanacco del Giallo della serie a fumetti Julia.
Nel 2015 crea la sua prima Graphic Novel a fumetti, KNIGHT IN THE NIGHT un triller psicologico a sfondo medioeval Dark – Fantasy.
Nel 2017 illustra per Edizioni Inkiostro la Graphic Novel Charles Manson – figlio dell’uomo
Nello stesso anno crea graficamente il personaggio ANANKE, illustra il N.0 e si occupa della direzione artistica.
Nel 2018 entra nello staff di TEX disegnando una storia di prossima uscita per la serie Color Tex.
Nel 2019 illustra una storia per la nuova miniserie di Zagor ,Le origini della vendetta .
Attualmente, è al lavoro sulla sua settima storia di Julia.

Foto

Giovanni Timpano

primopianob&w

Giovanni Pullano

Ha studiato fumetto presso la Scuola del Fumetto di Milano prima sotto la guida, tra gli altri, di Maurizio Rosenzweig e di Alessandro Baggi.
Ha esordito alla tenera età 50 anni, nel 2016, con il numero speciale della serie Paranoid Boyd, edizione Plaza Comics. Successivamente, sempre per la Edizioni Inkiostro, ha disegnato la seconda parte del numero 6 della serie La Iena, intitolato “Caino e Caino”. Nel 2018 ha disegnato l’episodio “Quella gran f..a di Alejandra” del primo volume antologico “Le indagini di Tom Bacardi”; disegnando, sempre per lo stesso volume anche la cover dell’episodio “Tom contro Satana”.
Per la BeccoGiallo Editore, a disegnato il graphic novel intitolato “Mani Pulite” (sceneggiatura di Alex Boschetti) .

marzano2

Giancarlo Marzano

Nato a Torino nel 1969, dopo il Liceo Artistico si laurea al DAMS di Torino in “Storia del Cinema Italiano”. È sceneggiatore di fumetti e videomaker. Ha anche collaborato col CPT Rai di Torino. Dai primi anni Duemila collabora con Sergio Bonelli Editore come sceneggiatore per la testata “Dylan Dog”, per la quale ha scritto finora più di quaranta episodi, esordendo con “Le notti di Halloween”, pubblicata sull’Almanacco della Paura 2004. Ha sceneggiato anche “Le Storie” (SBE) e la miniserie gotica “The Professor” (Erredì Grafiche Editoriali). Per le Edizioni Inkiostro ha realizzato il graphic novel “Zilf”, una horror comedy splatrter, insieme al disegnatore Giuseppe Guida.

61328714_594085437749339_6095523650700574720_n

Francesco Tatoli

Classe 1983. Vivo a Polignano a mare provincia di Bari. Dall’età di sei anni mi nutro di cinema, cartoni e serie tv. Successivamente di videogiochi, fumetti di ogni genere. Libri e statue ( personaggi di film ). Colleziono di tutto. Disegno sin da piccolo, copiando e interpretando ogni disegnatore che mi suscitava interesse. Anni e anni di esercizi fino a trovare il mio stile attuale. 100% autodidatta.

paciaroni

Francesco Paciaroni

Francesco Paciaroni, fumettista maceratese, muove i primi passi nell’ambito delle auto-produzioni. Da un paio d’anni collabora con Edizioni Inkiostro: nel 2017 disegna lo speciale “La Iena – L’amore è un dito in culo” e la storia “Mio figlio, nostro figlio” presente nell’albo FANGO di cui realizza anche la copertina e la grafica.
Nel 2018 disegna il terzo albo della collana The Real Cannibal “Ed Gein – La madre di tutti i serial killer”, la storia “Quando il porco uscì dal recinto” apparsa sull’ottavo numero de “La Iena” e “La soluzione Bacardi” pubblicata nel primo numero de “Le indagini di Tom Bacardi”.

60604868_434442023785768_3733349267771752448_n

Fabio Punk Baldolini

Classe 1985,dopo studi linguistici mi iscrivo alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Diplomato nel 2013, inizio il via vai nelle fiere del fumetto tra Italia,Francia e Spagna ma è solo grazie a Facebook che i miei lavori cominciano a girare. La mia prima pubblicazione è nel volume antologico “Mad Max Fury Draw-Scorci dalle terre perdute” (mostra/evento organizzata da Sugarpulp) a cui segue quella in “Cuore e acciaio”(curata da Daniele Statella). Nel 2016 arriva il mio esordio a fumetti sulle pagine di “Paranoid Boyd”,creato da Andrea Cavaletto e distribuito da Edizioni Inkiostro. Nei successivi mesi prendo parte al progetto “Otto-L’abisso di Castel del Monte”, romanzo scritto da Alfredo De Giovanni ed illustrato da me e da Francesca Zamborlini, ristampato nel 2018 dalla casa editrice Gelsorosso. Nello stesso periodo prendo parte al progetto “Frikis” insieme al collettivo di “Ehm Autoproduzioni” ,uscito nel Febbraio 2019 sul web e poi in cartaceo ,a Maggio, in occasione dell’Arf 2019. Sempre ad inizio 2019 ho realizzato la cover della nuova collana “Black & White” di Capitani Italiani (Venezia Comics editore). Già in cantiere, invece, per il 2020 una storia noir con l’editore statunitense Evoluzione Publishing.

profilo

Ester Cardella

La prima volta che ho preso in mano una matita era una di quelle che usava mio padre per i lavori idraulici di cui si occupava, ricordo di avere subito avuto un ottimo impatto con il disegno e mi divertivo davvero, a fare disegnini su tutte le pareti di casa. Ero la classica bambina che se vedeva uno spazietto bianco sul muro, sapeva che doveva riempirlo con qualcosa: non importa cosa, per me era importante divertirmi. 
Fino adesso non ho mai smesso di riempire spazi bianchi, ho sempre avuto qualcosa da dire, in qualche modo, attraverso i miei disegni, o forse è più corretto dire che tramite il disegno sono sempre riuscita a dire ciò che pensavo.
Ho 26 anni e vivo nella città in cui sono nata: Palermo. 
Ho studiato al Liceo Artistico Damiani Almeyda e alla Scuola del Fumetto Grafimated di Palermo. 
Quasi in contemporanea con la fine dei miei studi comincio a lavorare con privati americani a diverse storie a fumetti, tutte autoproduzioni. Nel 2018, oltre a lavorare per privati italiani e non, comincio a lavorare con la casa editrice Edizioni Inkiostro, inizialmente mi inseriscono nella testata Paranoid Boyd (n* 7) scritta da Andrea Cavaletto, per poi inserirmi nella testata Cannibal Family (n* 16,17,18) scritto da Jacopo Masini.

Enrico Carnevale

Appassionato di Disegno e Fumetto sin dall’infanzia, comincia la propria formazione nel 2001, frequentando la Scuola Fumetto Cassino – dove si diploma nel 2005.

L’anno successivo intraprende i suoi studi universitari in Architettura, arrivando a laurearsi con lode nel 2013.

Nel 2011 partecipa al concorso nazionale MArteLive, gareggiando nella sezione Fumetto e risultandone vincitore – esperienza che lo porterà a frequentare, grazie al premio ricevuto, la Scuola Internazionale di Comics nella sede di Roma, dando così inizio ad un percorso di formazione professionale che culminerà in un diploma con lode nel 2014.

È al termine di quest’ultima esperienza che prende vita la collaborazione con Edizione Inkiostro: Enrico infatti prende parte, insieme a molti altri eccezionali disegnatori, alla realizzazione della serie ideata da Andrea Cavaletto “Paranoid Boyd”, realizzando i disegni di due albi (del #2 “Il Lupo sulla soglia” insieme a Matteo Pirocco, e del #4 “Il corpo del Mostro” dove invece è l’unico disegnatore).
In contemporanea Enrico rimane attivo anche su altri fronti:
- dal 2011 comincia ad insegnare Disegno e Tecnica del Fumetto presso la Scuola Fumetto Cassino – impegno che porterà avanti fino al 2016;
- nel 2015 fonda, insieme a Giulia D’Ottavi, Gianluca Pernafelli, Stefano Garau e Mattia De Iulis, il collettivo Kuro Jam – la cui prima serie a fumetti autoprodotta “Kimera Mendax” viene opzionata e pubblicata successivamente dalla ManFont;
- nel 2017 frequenta il Master di Livello II in Digital Painting presso la Genius Academy di Roma, dove ha modo di approfondire le proprie conoscenze di illustrazione, concept art e pittura digitale;
Sempre nel 2017 diventa il disegnatore della serie a fumetti “Possession”, scritta da Michael Norwitz e Mary Ann Lutz Vaupel, ed edita da Markosia Enterprises.
Attualmente Enrico lavora, oltre che come fumettista sulla serie “Possession”, come illustratore e concept artist per studi ed agenzie italiane ed internazionali.


2018-06mod

Dario Viotti

DARIO VIOTTI, classe 1970, lavora fino al 2006 come tecnico progettista; nel 2001 frequenta un corso di fumetto tenuto dal maestro argentino Rubén Sosa, e nel 2007 inizia a lavorare nel campo della pubblicità e del fumetto, con varie collaborazioni, tra le quali Edizioni Inkiostro (The Cannibal Family), Cut Up Publishing, Editoriale Aurea, Coniglio Editore, Tunuè, UTE Libri, ed EF Edizioni.
Nel 2015 Mauro Boselli lo inserisce nello staff della serie Dampyr (Sergio Bonelli Editore), per la quale lavora tutt’ora.
Dal 2018 collabora come insegnante con la Scuola Internazionale di Comics di Brescia.

Daniele_Statella_01

Daniele Statella

Dopo essersi diplomato alla Scuola del Fumetto di Milano lavora con gli editori International Press, Edifumetto, Edizioni Trentini nel settore delle pubblicazioni per adulti[1]. Nel 1999 inizia la sua collaborazione con l’editore vercellese Saviolo, realizzando una storia horror in tre albi dal titolo Trilogia del giorno[2]. Sempre per Saviolo, nel 2001[1], realizza i disegni e collabora ai testi della miniserie Laura Mèlies. Successivamente lavora come illustratore per diversi editori (Mondadori, Rizzoli, ecc.), sia per le pubblicazioni librarie che per quelle da edicola. Collabora con Giuseppe Di Bernardo per il fumetto Desdy Metus, L’Insonne.

Per la Star Comics realizza i disegni di alcuni albi delle miniserie Cornelio, Factor-V, Dr. Morgue, Legion 75, Pinkerton S.A. e una storia breve per Agenzia Incantesimi (pubblicazione contenitore spin off di Jonathan Steele), mentre per l’editore Astorina realizza alcune storie di Diabolik e per Eura Editoriale alcune storie di Unità Speciale.[1]

Proprio ispirandosi a Cornelio realizza nel 2009, insieme alla regista (coautrice di alcuni suoi fumetti, giornalista e autrice) Alessia Di Giovanni, un cortometraggio dal titolo A Cuore Aperto, che vede la partecipazione, tra gli altri, di diversi autori di fumetti e il cameo dello stesso Carlo Lucarelli (di cui il protagonista del fumetto è l’alter ego).[3]

Sempre in collaborazione con Alessia Di Giovanni firma la regia del film A pezzi – Undead men, lungometraggio low-budget di genere western horror, interpretato da Marco Silvestri ed Elena Di Cioccio. Il film, che si pregia degli effetti speciali di Sergio Stivaletti e delle musiche del maestro Manuel De Sica, viene distribuito al cinema da marzo 2013.

Ha fondato l’Associazione Culturale Creativecomics, con la quale realizza eventi legati al fumetto, al cinema e al teatro.

Ha ideato e cura la direzione artistica del Festival annuale Vercelli tra le nuvole, di Fumetti al Castello ad Abbiategrasso (MI), di Sport & comics e di Casale Diabolika a Casale Monferrato (AL). Fumettix a Cossato (BI), Fumetti alla Festa dell’Uva a Gattinara, Festival “Fumetti al Ricetto” a Candelo (BI).

Dal 2012 è nello staff dei disegnatori di Dampyr, pubblicazione della Sergio Bonelli Editore. Sempre di Dampyr ha realizzato numerosi episodi della serie regolare.

Nel 2016 collabora con Edizioni Inkiostro per la collana dedicata a Paranoid Boyd.

Insegna materie legate al fumetto all’Università Popolare di Vercelli.

11089065_891525324254406_8221072291902171334_n

Cristian Sartor

Da piccolo invece di giocare, passavo le mie giornate a disegnare. A scuola, al posto di studiare, disegnavo. Alle superiori, senza pensarci due volte, schifavo le relazioni sociali e disegnavo. Ora come ora, forse, riesco a lavorare disegnando. Proprio in questo momento, non ho la più pallida idea di come fare a descrivermi in modo più chiaro e coinciso. In futuro; non vorrei mettere troppo le mani avanti, ma credo che disegnerò.

dav

Cristian Di Clemente

Cristian Di Clemente, nasce nel lontano 1975 in una inconsueta giornata piovosa

abruzzese di origine, ha vissuto qualche anno in Germania, a Roma, e poi in vari paesi della provincia di Chieti, insomma un instancabile viaggiatore. Coltiva la passione per il fumetto già dalla prima infanzia, disegnando dapprima i suoi eroi di sempre, Masters e Transformers ed inventando di volta in volta anche molti supereroi.

A 15 anni scopre la sua seconda passione. La chitarra e la musica rock. Appassionato perdutamente del rock anni ‘70 e di tutto il prog italiano ed internazionale, fonda una band dal nome evocativo “Nuda Veritas” ed inizia a comporre brani inediti rock/progressive incidendo nel 2007, anche il cd “Prometheus”.

In passato la sua arte è stata messa al servizio dell’illustrazione di libri per bambini, di vignette per il “Messaggero Abruzzo”, o come coordinatore di laboratori di fumetto per progetti della comunità europea.

Come fumettista, tra i lavori più importanti pubblicati, ricordiamo, su sceneggiatura dell’amico Antonio Recupero il volume

  • “Non c’è trucco” per la Tunuè,
  • “L’abbazia dei Crociati” su sceneggiatura di Marco Pallini per la Tabula editore,
  • la  storia “Bigger than…?!” per il volume 360° the Beatles Antologicoa cura della Bookmaker Comics
  • qualche storia per la Coniglio editore.
  • Di recente impegnato con la Bugs comics sulle riviste “Mostri”
  • n.3 “Fame”,
  • n.7 “Elsie”,
  • n.9 “Ballo di nozze”
  • “Alieni” n.2 con “Il più grande scrittore di fantascienza”,
  • in ultimo ricordiamo la Graphic Novel “I figli del silenzio” su testi di Andrea Garagiola per la Inkiostro edizioni.

Narrativamente leggero e ironico, i suoi lavori prediligono la classica tecnica del bianco e nero dal segno morbido e veloce. Gli autori  cui maggiormente si ispira sono i classici mostri sacri, Pratt, Cavazzano, Mastantuono, Buscema, Bernet, Font, Breccia, ecc…

Attualmente dedica la sua vita a fumetto, musica e modellismo, a sua moglie Marialuisa ed al piccolo Leonardo arrivato da poco. Dal 1999 ha collaborato, come insegnante, presso la “Scuola Internazionale di Comics”, nelle sedi di Roma, Iesi e Pescara.

moi

Claudio Montalbano

Claudio Montalbano dopo il Liceo Artistico e il diploma di Scenografia all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino prende tutt’altra strada da quella del fumetto. Parecchi anni dopo e molto ingenuamente cerca lavoro da fumettista direttamente su Google. Per una serie di fortunate coincidenze entra in contatto con Aurea Editoriale che dopo una settimana gli consegna la prima sceneggiatura. A quel punto Montalbano si licenzia dal calduccio del suo lavoro stabile e ben retribuito e comincia il mestiere da fumettista: lavora per un paio di anni per Aurea Editoriale per cui disegna storie lunghe e brevi per Lanciostory per poi passare ad una breve collaborazione con Star Comics per l’albo “i Vivi e i Morti”, disegna le matite per un episodio de “Il morto” per la Menhir edizioni . In seguito disegna 4 albi per la serie “ La iena” per Edizioni Inkiostro e una storia breve di “Cannibal Family” per lo stesso editore. Infine, entra in contatto con Gianmaria Contro per il quale disegna un albo della collana “Le Storie” della Sergio Bonelli Editore su testi di Antonio Costantini. Attualmente sta disegnando un dittico per Editions Soleil su testi di Christophe Bec.

60472833_287366995503106_5273137915751301120_n-1

Claudio Chiaverotti

Chiaverotti studia da odontotecnico, frequenta la facoltà di giurisprudenza, decidendo poi di dedicarsi completamente alle sceneggiature di fumetti.

Nel 1986, esordisce scrivendo i testi per alcune strisce comiche di Sturmtruppen, i soldatini tedeschi di Bonvi.

Nel 1989, approda alla Bonelli ed entra a far parte, a pieno titolo, dello staff che realizza le storie di Dylan Dog, eroe creato da Tiziano Sclavi nel 1986.

Chiaverotti esordisce nel giugno 1989 scrivendo il numero 34 della serie regolare, Il buio, disegnato da Piero Dall’Agnol, mentre la sua ultima storia risale al settembre 2003, il n. 205, Il compagno di scuola, disegnata da Roberto Rinaldi. Oltre i quasi cinquanta albi di Dylan, scrive gli Speciale Dylan Dog nn. 8, 10, gli Almanacco della Paura 1992, 1995, 1997, il Maxi Dylan Dog 1998 e i Dylan Dog Gigante nn. 3, 4, 5.

Nel giugno 1998, diviene il creatore di Brendon, di cui scrive e sceneggia anche le storie, fumetto fantasy che narra le avventure di un cavaliere di ventura in una terra post-apocalittica.

Contribuisce a Zona X, oltre che scrivere quindici numeri di Martin Mystère e il n. 6 di Martin Mystère Extra.

Nel 2015, sempre per Bonelli, crea e scrive Morgan Lost, nuovo albo in edicola dall’ottobre dello stesso anno.

Per Edizioni Inkiostro scrive “I mostri non vivono solo nel buio”, volume illustrato da Rossano Piccioni.

61997154_349468235761028_5615445374723424256_n

Arturo Lauria

Antonio De Luca

Dopo aver frequentato la Scuola Romana dei Fumetti negli anni ’90, lavora in uno piccolo studio di animazione per qualche anno. Si riavvicina al fumetto nel 2010, disegnando due storie per MadForComics, scritte da Massimiliano Filadoro e Bepi Vigna.

Dopo di che disegna diverse storie su Splatter, Mostri e Alieni (Elm Street House e Bugs Comics) e pubblica, per Edizioni Inkiostro, il volume Stelle Fredde, scritto da Alessandro Di Virgilio.

54256054_2252967621629850_2214864001177747456_n

Antonello Cosentino

Antonello (Antonino) Cosentino è un fumettista italiano, nato nel 1992 e vive a Termini Imerese (Palermo).
La sua passione lo porta a intraprendere i suoi studi presso la Scuola di fumetto di Palermo. Al termine del corso triennale insieme ad alcuni colleghi, ha fondato Ehm Autoproduzioni, una piccola compagnia di autoproduzione.
Ha lavorato per Ed. Inkiostro (per “Cosplay Killer”), Amigo Comics, Weird Book, Evoluzione Publishing, Mad Cave Studios.
Membro di Ehm Autoproduzioni.

Andrea Garagiola

Andrea Garagiola è nato a Busto Arsizio nel 1983. Vive e lavora a Magenta, in provincia di Milano.

È un grafico, web designer e sceneggiatore.

Diplomato in sceneggiatura presso la Scuola del Fumetto di Milano, ha scritto per le testate Nathan Never e Agenzia Alfa della Sergio Bonelli Editore, Edizioni Inkiostro (per il quale pubblica “I figli del Silenzio”, illustrato da Cristian Di Clemente) e la Scuola del Fumetto di Milano.

Inoltre ha pubblicato un romanzo horror per Delos Digital e vari racconti su antologie di narrativa e a fumetti.

01

Andrea Cavalletto

Creativo, illustratore e sceneggiatore, collabora con numerosi editori e produttori cinematografici italiani ed esteri, sia mainstream che indie. Per Edizioni Inkiostro ha scritto storie per THE CANNIBAL FAMILY e LA IENA, il volume di THE REAL CANNIBAL su Charles Manson e ha creato la serie PARANOID BOYD. Scrive dal 2008 DYLAN DOG per Sergio Bonelli Editore, firmando anche sceneggiature di altri personaggi iconici della casa editrice, quali Martin Mystère, Zagor, Tex e Dampyr.  Ha sceneggiato molti film horror indipendenti sia italiani che  esteri, tra cui il cult horror movie cileno HIDDEN IN THE WOODS da cui è stato tratto un remake USA. Insegna scrittura creativa alla scuola Holden.

60343279_864335533912171_8576439177690742784_n

Alessandro Giordano

Alessandro Giordano nasce in un piccolo paesino della Basilicata. Dopo aver frequentato L’Accademia di Belle Arti e contemporaneamente la Scuola Italiana di Comix a Napoli, comincia da subito a collaborare con la Sergio Bonelli Editore, disegnando il suo esordio per la collana Le Storie ”Xamu”, sceneggiato da Gigi Simeoni. Sempre su testi di Gigi realizza un avventura di Dylan Dog, ”Musica per corpi freddi”, (Dylan Dog Maxi Old Boy 34).

E’ il copertinista ufficiale della collana ”La Iena” (Edizioni Inkiostro)

51947604_2487881881253827_4116002489881329664_n

Adriano De Vincentis

Nato a Teramo, Inizia a disegnare professionalmente nell’adolescenza, quando realizza la sua prima Graphic Novel appena ventenne. La graphic novel Koshka verrà in seguito pubblicata nei mercati più interessanti del fumetto internazionale.

A metà degli anni ’90 si trasferisce a Los Angeles e inizia una lunga collaborazione con designers e registi di Hollywood su produzioni mainstream e progetti sperimentali occupandosi in particolare di contcept design, scenografie e costumi.

 

Fino all’inizio degli anni 2000 collabora assiduamente con produzioni asiatiche trasferendosi ad Hong Kong e disegnando sia per il cinema che per l’animazione cinese.

 

Nel 2004 rinuncia a tutte le collaborazioni cinematografiche per tornare alla libertà intima e creativa del fumetto, sua originaria passione, inserendosi nel mercato Franco-Belga e realizzando libri a fumetti ed illustrativi. È molto apprezzato, a ragione, in Francia dove ha esposto nelle gallerie più importanti dedicate a fumetto e illustrazione.

 

Definito l’erede di Milo Manara, per Edizioni Inkiostro pubblica il volume “Secret Sophia” e si dedica al progetto di “Venerea”.

61875843_399530080638082_1776094424300781568_n

Paolo Antiga

Nato a Treviso il 9/03/1985

Studia al Liceo Artistico statale di Treviso e una volta diplomato, si trasferisce a Milano, per frequentare la Scuola del Fumetto.

Conclusi gli studi inizia il lavoro come disegnatore di fumetti, collaborando con Editoriale Jacabook (la storia degli animali a fumetti); Fabrica, il dipartimento creativo di Benetton (su COLORS magazine 80 Superheroes); Star Comics; inizia la collaborazione sulla serie autoprodotta “The Noise” di Pietro Gandolfi.

Dal 2014 entra stabilmente nello staff disegnatori di Edizioni Inkiostro, lavorando principalmente sulla serie horror “The Cannibal Family” e sul pulp “La Iena”. Parallelamente inizia la collaborazione con Arancia Studio, per il quale realizza storie dal taglio storico per il mercato francese.

Nel 2017, con Edizioni Star Comics, presenta a Lucca comics and Games “Sandokan” , un grande volume sulle Tigri di Mompracem, che ripropone a fumetti il classico di Salgari.
Nel 2019 entra nello staff della serie “Samuel Stern” per Bugs Comics.

25257373818

Alessandro Crippa

Classe ’74, esordisco nel ‘97 scrivendo tre episodi della serie Randall McFly (Edizioni Scuola del Fumetto/Cosmo Editoriale). Dal 2002 al 2005 ho sceneggiato videogiochi per Kinder Ferrero e dal 2003 sceneggio fumetti per la Francia e l’Italia: 100Anime (Delcourt/Edizioni BD), Nero (Casterman/Edizioni BD/Renoir), Come un cane (KSTR/Edizioni BD), Jonah Martini (Renoir), ArcasacrA (NPE), Ludovico il Moro (Edizioni Scuola del fumetto), Dei (Ankama/Bao Publishing), Splatter (Esh), Mostri (Bugs Comics), Dampyr, Dylan Dog, Nathan Never (Sergio Bonelli Editore), 16 e FUCK (Edizioni Inkiostro), Green Hell (Tatai Lab/Paquet Editions). Insegno all’Acme e alla Scuola del Fumetto di Milano.

Foto_DiVirgilio

Alessandro Di Virgilio

Alessandro Di Virgilio, napoletano, vive e lavora in un paese della Sabina. Ha scritto e scrive per Star Comics, Becco Giallo, NPE, Tunué, Primiceri, Passenger Press, Round Robin, Ed. Inkiostro, Noise Press. Per il mercato delle edicole scrive storie autoconclusive e miniserie per l’Editoriale Aurea, su Lanciostory e Skorpio e per la SBE, con l’adattamento a fumetti del romanzo noir “Il metodo del Coccodrillo” del giallista napoletano Maurizio de Giovanni, di prossima pubblicazione.
Ha vinto nel 2011 il Premio Giancarlo Siani con “E lui che mi sorride” (Ed. Round Robin), nel 2012 il Premio Santa Barbara nel mondo con “ThyssenKrupp – Morti Speciali SpA” (Ed. Becco Giallo) e nel 2013 il Premio Serravalle Noir col fumetto “L’amore malato”.

Copia di Foto Fantelli

Stefano Fantelli

sceneggiatore e scrittore horror, ha pubblicato numerosi libri tra romanzi, graphic novel e raccolte di racconti. Con Peter Straub, Caleb Battiago e Paolo Di Orazio ha pubblicato il libro Mar Dulce: Acqua, Amore, Morte (Cut-Up Publishing, 2016). Creatore della serie El Brujo, cocreatore (con Rossano Piccioni) delle serie a fumetti The Cannibal Family e Blood Brothers, collaboratore della rivista Splatter, sceneggiatore della nuova serie di Zora la vampira. Il suo testo teatrale Morte e 9 euro e 20, una commedia macabra e tragicomica, è stato messo in scena a Roma per la regia di Katia La Galante. È Active Member della Horror Writers Association. È da poco uscito il suo nuovo libro, Brigitte, un romanzo young adults NecRomantico a tema zombie (NPE, 2018). Dal 2019 colabora come sceneggiatore alla serie Zagor della Sergio Bonelli Editore. Non si sa nulla di ciò che tiene sepolto in giardino.

You have this blank page because you activate this theme for the first time. Before using Minimable, read the documentation ;)

Tavole Originali

Attualmente non ci sono illustrazioni disponibili. Riprova tra qualche giorno

Contacts

Richiedi Informazioni

Scrivici

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio